Cenni storici

La Croce Bianca Paganella è nata nel 1985 su iniziativa di un piccolo gruppo di giovani di Fai della Paganella il cui scopo era quello di andare incontro a delle precise esigenze espresse dalla propria comunità, ovvero il primo soccorso e il trasporto in ospedale di persone con traumi o bisognose di cure. L’opera dell’Associazione copre tutto il territorio dell’Altopiano della Paganella, che comprende cinque Comuni: Fai della Paganella, Andalo, Molveno, Cavedago e Spormaggiore. Si tratta di una zona periferica della provincia di Trento, nella quale, senza la presenza di persone e mezzi sul posto, i soccorsi non sarebbero tempestivi, con grave danno per i pazienti. Il numero degli abitanti di tutti e cinque i paesi messi assieme non supera le 5000 anime, ma, considerata la forte vocazione turistica della zona, questo dato può incrementare fino ad arrivare alla cifra di 30.000 persone nei mesi estivi e in quelli invernali. Di conseguenza, in questi periodi aumenta considerevolmente il numero degli interventi effettuati dai dipendenti e dai volontari della Croce Bianca. Inizialmente questa nacque come sezione separata della Croce Bianca di Trento, ma nel 1988 si decise di renderla autonoma e così divenne l’Associazione Croce Bianca Paganella.

Da allora il gruppo di volontari è notevolmente aumentato, così come il parco macchine che risulta sempre più fornito ed efficiente. Ad oggi, sono disponibili ben cinque ambulanze. Anche le attrezzature e le tecnologie a disposizione sono sempre più innovative Crescono, in proporzione alla qualità degli strumenti e dei mezzi utilizzati, anche gli impegni e le responsabilità richieste e per questo abbiamo ancora bisogno di persone disponibili a dedicare un po’ del loro tempo al volontariato.

Per quanto riguarda le nostre attività, disponiamo di un servizio attivo tutto l’anno, 24 ore al giorno, per il soccorso immediato in pronta partenza. Vengono anche frequentemente richiesti servizi sportivi, viaggi programmati per dialisi e visite mediche in ospedale. Oltre a ciò, la Croce Bianca Paganella assicura un secondo equipaggio che durante la stagione estiva mantiene costante due postazioni: di giorno al lago di Molveno e la sera presso il Palazzetto di Andalo. Nel periodo invernale, invece, un gruppo di volontari garantisce la sua presenza sulle piste della Paganella.

Per poter offrite ad ogni chiamata del 118 una tempestiva ed efficiente risposta, i nostri volontari sono tenuti a frequentare un corso di formazione presieduto da personale qualificato e, per garantire il costante aggiornamento delle loro conoscenze e competenze, vengono organizzate serate di approfondimento e di esercitazione. Infine, per assicurare professionalità in qualsiasi occasione, non mancano manovre congiunte con altri corpi di volontariato, quali Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino ed Elisoccorso.

I volontari, provenienti da Fai, Andalo, Molveno, Cavedago e Spormaggiore, ma anche dalla Val di Non, Rotaliana e Trento, coprono tutti i turni di notte e, nei giorni di sabato e domenica, anche quelli diurni; mentre due dipendenti fissi e altri stagionali (in estate ed in inverno il numero è variabile) garantiscono il servizio settimanale.